Warning: Creating default object from empty value in /home/cbman/public_html/blog/wp-content/themes/vistered-little/wallpaper_functions.php on line 15

Warning: Creating default object from empty value in /home/cbman/public_html/blog/wp-content/themes/vistered-little/wallpaper_functions.php on line 15

Warning: Creating default object from empty value in /home/cbman/public_html/blog/wp-content/themes/vistered-little/wallpaper_functions.php on line 15

Warning: Creating default object from empty value in /home/cbman/public_html/blog/wp-content/themes/vistered-little/wallpaper_functions.php on line 15

Warning: Creating default object from empty value in /home/cbman/public_html/blog/wp-content/themes/vistered-little/wallpaper_functions.php on line 15

Warning: Creating default object from empty value in /home/cbman/public_html/blog/wp-content/themes/vistered-little/wallpaper_functions.php on line 15

Warning: Creating default object from empty value in /home/cbman/public_html/blog/wp-content/themes/vistered-little/wallpaper_functions.php on line 15

Warning: Creating default object from empty value in /home/cbman/public_html/blog/wp-content/themes/vistered-little/wallpaper_functions.php on line 15

Warning: Creating default object from empty value in /home/cbman/public_html/blog/wp-content/themes/vistered-little/wallpaper_functions.php on line 15

Warning: Creating default object from empty value in /home/cbman/public_html/blog/wp-content/themes/vistered-little/wallpaper_functions.php on line 15

Warning: Creating default object from empty value in /home/cbman/public_html/blog/wp-content/themes/vistered-little/wallpaper_functions.php on line 15

Warning: Creating default object from empty value in /home/cbman/public_html/blog/wp-content/themes/vistered-little/wallpaper_functions.php on line 15

Warning: Creating default object from empty value in /home/cbman/public_html/blog/wp-content/themes/vistered-little/wallpaper_functions.php on line 15

Warning: Creating default object from empty value in /home/cbman/public_html/blog/wp-content/themes/vistered-little/wallpaper_functions.php on line 15

Warning: Creating default object from empty value in /home/cbman/public_html/blog/wp-content/themes/vistered-little/wallpaper_functions.php on line 15
Rapporto 41 @ BLOG BONZO IT 3.0

Rapporto 41

E=MC²

Purtroppo l’Energia è un grande problema per tutte le nazioni del mondo.

E’ un problema come generare energia, come reperirla, come conservarla, come distribuirla senza disperdere nulla.

Inoltre, è un grande problema anche come generare, reperire, conservare e distribuire Energia senza inquinare il nostro pianeta.

La popolazione mondiale ha sempre più fame di Energia. Più consuma energia e più inquina e uccide il suo ecosistema. E’ un circolo mortale che deve essere spezzato.

Purtroppo, attualmente, tutta l’energia prodotta nel mondo deriva per l’80% da combustibile fossile(carbone e petrolio), per il 19% da Energia Nucleare “di vecchia generazione”, e solo l’1% da energia ecosostenibile/rinnovabile.

Attualmente chi possiede e/o distribuisce combustibile fossile ha il potere assoluto sul mondo intero.

Per esempio, in nome del petrolio si combattono guerre, in nome del gas fossile si offendono Nazioni e Popoli (Vorrei ricordare a Putin e al popolo Russo che la Russia ha uno dei più alti tassi di alcolisti e di “cornuti” di tutto il globo!!! Gli uomini bevono Vodka, e le donne si divertono con i turisti/stranieri… sopratutto ITALIANI!).

I popoli che non vogliono commerciare solo in petrolio e affini(anche perchè sanno che prima o poi finirà) cercano in tutti i modi di utilizzare Energia Nucleare di “vecchia generazione” (Leggi: Iran). Ovviamente queste popolazioni sono contrastate da chi detiene la “supremazia energetica” attuale (Leggi: USA in prima fila…).

C’è un modo per spezzare questo circolo vizioso e pericoloso????

Ovviamente si.

Ma viene contrastato continuamente da chi ha il “potere”.

Le fonti rinnovabili ed ecosostenibili sono molteplici, economiche e sicure. Ma creano “pochi profitti”.

Tralasciando l’energia fotovoltaica, fototermica, eolica, geotermica, derivante da ecocombustibili come Olio di Colza e Olio di Canapa, derivante dall’Idrogeno, dall’aria compressa, dal campo magnetico terrestre etc. etc. vorrei segnalarvi un Energia che teoricamente(volutamente bloccata in forma Teorica!!), potrebbe soddisfare il bisogno mondiale praticamente per l’ETERNITA’!!!! Tutto questo con un impatto ambientale pari a ZERO!!!!!!

LA FUSIONE FREDDA.

Cosa è la fusione fredda??

Ecco come viene definita su WikiPedia: …” La fusione nucleare fredda, detta comunemente fusione fredda (in inglese “Cold Fusion” (CF), “Low Energy Nuclear Reactions” (LENR) o Chemically Assisted Nuclear Reactions” (CANR) ), è un nome generico attribuito a reazioni di fusione nucleare che avvengono a temperatura relativamente bassa, invece che ai milioni di kelvin normalmente necessari“….. (Se vuoi leggere tutto l’articolo su wikipedia clicca qui: Fusione Fredda Wikipedia).

Ma andiamo nel dettaglio(tratto da http://www.cosediscienza.it):

….”Il 23 marzo 1989 due chimici, l’ inglese Martin Fleischmann e l’americano Stanley Ponds, convocarono una conferenza stampa presso l’Università di Utah (USA) per comunicare al mondo intero di aver fatto una scoperta che avrebbe cambiato il destino dell’umanità affrancandola definitivamente dalla ricerca di fonti energetiche alternative. I due scienziati in quell’occasione sostennero di essere riusciti a ricavare energia attraverso le stesse reazioni che avvengono all’interno del Sole ma senza dover ricorrere alle alte temperature e pressioni colà esistenti: essi, in altre parole, dichiararono di essere riusciti ad ottenere quella che ormai tutti conoscono come Fusione Fredda.

Di cosa si trattava esattamente? La fusione è una reazione di tipo fisico, cioè una trasformazione profonda della materia che coinvolge i nuclei degli atomi, allo stesso modo della fissione nucleare, con la differenza che mentre con la fissione (dal latino findere = spaccare) si rompono nuclei di atomi pesanti, con la fusione (dal latino fundere = unire) si aggregano nuclei di atomi leggeri. In entrambi i casi dal processo si ottiene energia in grande quantità grazie al cosiddetto difetto di massa: dopo la reazione, la massa dei nuovi nuclei non  è uguale a quella dei nuclei di partenza, ma un po’ inferiore. Quello che manca si è convertito in energia, come stabilisce la famosissima equazione di Einstein: E=mc², dove E è l’energia, m la massa e c² è la velocità della luce al quadrato. La presenza nella formula di un numero grandissimo e fisso, qual è la velocità della luce al quadrato, suggerisce che  è sufficiente che una piccolissima quantità di materia scompaia perchè si ottenga al suo posto una grandissima quantità di energia. Vi è però una differenza di ordine pratico fra i due processi nucleari di cui si è detto: mentre si riesce a controllare il processo di fissione nei cosiddetti reattori nucleari delle numerose centrali, fra le quali è diventata tragicamente famosa quella di Chernobyl, non si riesce a controllare la fusione, di cui si conosce il processo solo in forma esplosiva: la temibilissima bomba H.

Ma perchè non si riesce a controllare anche il processo di fusione?

Il motivo è semplice: per ottenere la fusione bisogna fare in modo che due nuclei, ad esempio quelli dell’ atomo di idrogeno, si avvicinino fino a venire quasi a contatto: solo allora infatti la forza nucleare che è di tipo attrattivo avrebbe la meglio su quella elettrostatica che è di tipo repulsivo, perchè generata da due corpuscoli entrambi con carica elettrica positiva. Avvicinare i due nuclei dell’ idrogeno in modo che vengano a contatto non è comunque per niente facile. Un sistema potrebbe essere quello di fornire loro energia sotto forma di calore: si sa che la temperatura di un corpo è la misura dell’ energia cinetica dei suoi costituenti e quindi più esso è caldo maggiore è  l’ agitazione delle sue particelle. Pertanto, per provocare lo scontro, si potrebbero scaldare i nuclei dell’ idrogeno: l’energia che uscirebbe dalla fusione di alcuni di essi servirebbe ad alzare ulteriormente la temperatura e il processo non avrebbe più fine fino a quando non si fosse esaurito tutto l’idrogeno di partenza. Le temperature da raggiungere sarebbero però così elevate che nessun materiale sopporterebbe simili condizioni: il primo grosso problema sarebbe quindi quello di trovare il recipiente adatto entro il quale produrre la reazione.

[CUT]…

La notizia ebbe l’ effetto di un fulmine a ciel sereno e in un battibaleno fece il giro del mondo. Essa fra l’ altro rappresentava la rivalsa della chimica “puzzolente” e inquinante sulla fisica pulita e produttiva, ma la maggior parte degli scienziati si dimostrò subito piuttosto scettica di fronte a questo avvenimento anche perchè da molti anni, la comunità scientifica era impegnata nella ricerca della fusione calda, ossia verso un obiettivo diametralmente opposto a quello indicato dai due chimici.

Lo scetticismo diffuso nell’ambiente dei fisici in parte era dovuto ad un certo pregiudizio nei riguardi dei chimici che avevano invaso un campo non di loro pertinenza e in parte al modo in cui la notizia era stata data. I due scienziati spiegarono infatti la loro scoperta in termini non troppo rigorosi tanto che i dubbi sulla effettiva riuscita dell’sperimento erano molti.”…….

Quindi, la fusione fredda, è (con termini “popolari e da profano”) “ricreare l’energia del sole in un ambiente sicuro, controllato e freddo”. Avere la potenza del sole in tasca. Senza pericoli, senza inquinamento e radiazioni, senza pericolo di esplosioni e nuove “Chernobyl”.

Ma questa scoperta del 1989, tramutata poi in “teoria”, è stata sempre “rinnegata” dal mondo Scientifico e “ufficiale” mondiale.

Perchè?

Per due motivi:

1) Un energia illimitata(o praticamente illimitata) ha un valore commerciale pari allo 0.

2) Molte persone perderebbero soldi, fama e potere.(Leggi: Petrolieri, Scienziati di “vecchia concezione, USA etc. etc.)

Ma perchè questo articolo s’intitola Rapporto 41??

Rapporto 41 è il nome di un documento scritto nel 2002 dal CNR ENEA(Ente per le Nuove Tecnologie, l’energia e l’ambiente) di Frascati in provincia di Roma.

Dal 1999 al 2002 un gruppo di lavoro, capitanato dal Premio Nobel Carlo Rubbia, ha lavorato nel cnr di Frascati al progetto “Fusione Fredda”. Il loro risultato è stato SUPERLATIVO!!!!

SONO RIUSCITI A PROVARE LA FATTIBILITA’ (E QUINDI A METTERE IN PRATICA LA “TEORIA”) DELLA FUSIONE FREDDA!

Ora mi direte… Ma come??? io non l’ho mai sentito!!!

Già. Esatto. Nessuno ne ha parlato semplicemente perchè lo stesso mondo scientifico HA VOLUTO IGNORARE QUESTA SPERIMENTAZIONE!

Vi segnalo una bellissima inchiesta effettuata da Rai News 24 intitolata:“Rapporto quarantuno” – Fisica e Metafisica di una rivoluzione scientifica scomparsa.

In questa breve inchiesta (circa 18 minuti) viene riassunto il lavoro svolto da Carlo Rubbia e la sua equipe e viene raccontato che fine ha fatto il famoso “Rapporto 41”.

Per visionare il documentario sul vostro PC vi consiglio di visitare il sito di Rai News 24, e in particolar modo la sezione delle Inchieste.

Per visionare il documentario sulla vostra TV vi consiglio di sintonizzare Rai News 24 utilizzando un semplice decoder digitale satellitare “free to air” o in alternativa uno SkyBox. Ecco i dati:

Posizione Orbitale Hotbird 13° (Hotbird II)

Symbol rate 27.5 Msym/s

Frequenza 11765.84 Mhz

FEC 2/3

PRC 8190

Sullo SkyBox il canale da utilizzare è: 506

Vi consiglio, se siete interessati all’argomento, di visitare anche questo articolo: Fusione Fredda su Disinformazione.

In tv e sui giornali si parla molto di tante cose (Finanziaria 2007, TFR etc. etc.) ma spesso le cose più importanti sono quelle che rimangono nell’oscurità  mediatica.

CBMAN

 

 

 



CC BY-NC-ND 4.0
Rapporto 41 by BLOG BONZO IT 3.0 is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

1 comment.

danilo
Commento on marzo 1st, 2007.

Ho visto il servizio su RaiNews24 verso le 00.30 di qualche mese fa e ne sono rimasto SCONVOLTO.

Non sapevo cosa fosse il Rapporto 41 prima, anche se per più di 20 anni ho lavorato nel campo dell’energia dalla parte più sporca (cogenerazione e sistemi di produzione da discarica e gas fossile / biogas).

Poi ho ritrovato il filmato su internet e solo dopo averlo rivisto ho finalmente realizzato che quella notte non avevo sognato.

Ho ripensato al mio giovane prof di Fisica 1 al Politecnico di Milano nel 1975, quando affermo’ per la prima volta aprendomi gli occhi che la tecnologia era pronta per la diffusione dell’Idrogeno come carburante alternativo al petrolio.

Ma si sa… Gli Scienziati sono solo dei poveri sognatori, almeno finche’ non producono l’Arma Letale o la Fabbrica dell’Oro per qualche lobby…

Stasera si parla (come tutte le sere) di pacchi in TV… Alle 20.30…. non a mezzanotte passata…
La Gente ascolta la voce di un Simpatico Presentatore. Milioni di TV accese consumano l’Energia prodotta dalle Centrali ENEL a carbone e forse un’orchestra suona sul pote di questo nuovo Titanic chiamato Terra.

Nessuno o quasi vede l’iceberg avvicinarsi nella notte e la nave fila dritta verso il suo destino….

Leave a comment

Names and email addresses are required (email addresses aren't displayed), url's are optional.

Comments may contain the following xhtml tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>