Warning: Creating default object from empty value in /home/cbman/public_html/blog/wp-content/themes/vistered-little/wallpaper_functions.php on line 15

Warning: Creating default object from empty value in /home/cbman/public_html/blog/wp-content/themes/vistered-little/wallpaper_functions.php on line 15

Warning: Creating default object from empty value in /home/cbman/public_html/blog/wp-content/themes/vistered-little/wallpaper_functions.php on line 15

Warning: Creating default object from empty value in /home/cbman/public_html/blog/wp-content/themes/vistered-little/wallpaper_functions.php on line 15

Warning: Creating default object from empty value in /home/cbman/public_html/blog/wp-content/themes/vistered-little/wallpaper_functions.php on line 15

Warning: Creating default object from empty value in /home/cbman/public_html/blog/wp-content/themes/vistered-little/wallpaper_functions.php on line 15

Warning: Creating default object from empty value in /home/cbman/public_html/blog/wp-content/themes/vistered-little/wallpaper_functions.php on line 15

Warning: Creating default object from empty value in /home/cbman/public_html/blog/wp-content/themes/vistered-little/wallpaper_functions.php on line 15

Warning: Creating default object from empty value in /home/cbman/public_html/blog/wp-content/themes/vistered-little/wallpaper_functions.php on line 15

Warning: Creating default object from empty value in /home/cbman/public_html/blog/wp-content/themes/vistered-little/wallpaper_functions.php on line 15

Warning: Creating default object from empty value in /home/cbman/public_html/blog/wp-content/themes/vistered-little/wallpaper_functions.php on line 15

Warning: Creating default object from empty value in /home/cbman/public_html/blog/wp-content/themes/vistered-little/wallpaper_functions.php on line 15

Warning: Creating default object from empty value in /home/cbman/public_html/blog/wp-content/themes/vistered-little/wallpaper_functions.php on line 15

Warning: Creating default object from empty value in /home/cbman/public_html/blog/wp-content/themes/vistered-little/wallpaper_functions.php on line 15

Warning: Creating default object from empty value in /home/cbman/public_html/blog/wp-content/themes/vistered-little/wallpaper_functions.php on line 15
emigrazione @ BLOG BONZO IT 3.0

Italia

32 anni suonati e con un contratto d’apprendistato professionalizzante in scadenza presso una multinazionale del settore contac center/call center.

32 anni anni in cassa integrazione a rotazione su un contratto a termine  del 3 livello a 30 ore settimanali.  Il risultato? Una miseria di stipendio. Le prospettive? Pari a zero. L’azienda è in crisi. Al 99% non verrò confermato.

32 anni con un progetto di vita andato in fumo(una casa, una convivenza, una vita modesta ma dignitosa, l’affetto di una cagnolina, tanto amore e il desiderio di una dolce attesa).

32 anni con una rapporto di coppia salvato ma con l’amarezza di tornare alla residenza di origine. Da Mamma e Papà.

32 anni senza una casa propria, una convivenza, una vita modesta ma autosufficiente, le feste di una cagnolina veramente speciale. Solo la sicurezza di una donna amata. Il sogno di un bebè spezzato e futuro pari a zero.

Tutto questo è ciò che mi offre la mia nazione. Il mio paese. L’Italia.

Il nostro settore è sempre strumentalizzato dai mass-media, sfruttato da molte produzioni cinematografiche. Molti politici ci utilizzano per campagne elettorali e a volte le vincono. Altre no.

I consumatori ci odiano. Le grandi aziende ci sfruttano finché possono. Poi semplicemente delocalizzano.

Ma noi non siamo numeri. Non siamo risorse. Non siamo agenti telefonici, non siamo operatori telefonici, non siamo livelli di servizio, non siamo pause di 15 min ogni 2 ore.

Noi siamo persone. Uomini e donne. Cittadini e cittadini. Lavoratori  e lavoratrici.

Ognuno con le proprie storie, le proprie vite, le proprie sconfitte, vittorie, gioie e dolori.

Ognuno di noi ha un sogno, una passione, un vizio, una famiglia. Dei figli.

E ognuno di noi ha il diritto sacrosanto di sognare un futuro felice.

Ognuno di noi. Ogni singolo individuo, per sopravvivere, deve avere una minima speranza di avere un futuro.

Dopo tutto siamo nati per questo. Cresciamo e andiamo dritti verso il nostro futuro.  Sogniamo di lasciare un segno. Di costruire qualcosa di buono. Di migliorare. Di avere dei figli, sistemarli e invecchiare. Lasciare a loro il testimone.

E l’Italia, la nostra Patria, dovrebbe aiutarci ad avere una speranza nel futuro.

Ma c’è solo un muro di gomma. E dietro questo muro c’è la peggiore classe imprenditoriale di sempre collusa con la politica mafiosa corrotta.

L’Italia è una grande madre grassa con poco latte avvelenato.

Una puttana con il crocifisso al collo.

A 32 anni è arrivato il momento di partire.

Con l’ultimo colpo di reni cerco di organizzare per quel posso il mio futuro.

Avendo perduto la speranza di un invasione da parte di qualche paese più civile del nostro sto vagliando l’ipotesi dell’emigrazione.

Ci sto lavorando.

Immagine anteprima YouTube