Nel paese fondato sul lavoro…

Quarto Stato

 

Ci sono aziende che dichiarano 1464 esuberi nella più totale indifferenza e rassegnazione.

Povera Italia.

Generazione 1000 Euro

Crisi

 

BASTA!!!!

OK???

BASTAAAAAAAAAAA!!!!

Possibile che questa classe politica/dirigente è cosi lontana dai cittadini? Una volta c’era il re, l’imperatore, il feudatario, il dittatore di turno. Ora ci sono governi, ministri, parlamentari, senatori, sotto segretari, gregari, ecclesiastici e chi più ne ha più ne metta! Il potere in senso assoluto, quel potere anarchico, becero, immorale, prepotente, volgare, spietato e strafottente di Pasoliniana memoria non è scomparso nel corso dei secoli. E’ stato semplicemente condiviso tra più persone.

Un potere autogestisto e autoreferenziale. Un potere dove TUTTI sono complici, ricattabili, collusi. Un potere non condiviso con e dai cittadini ma ormai visto come un dogma. Un potere entrato nella “genetica” dei cittadini Italiani. Spesso, troppo spesso ormai, chi cerca di lottare contro questo potere non ne rimane schiacciato, come anni fa, ma ne rimane affascinato, sedotto, “infettato”. Piano piano, più ci si avvicina al potere più ci si entra a far parte.

Destra, sinistra, centro, sindacati, opposizioni, associazioni, movimenti popolari e di cittadini… TUTTI prima o poi vengono infettati.

Tutti attori in questo teatro dell’assurdo. In questa eterna finizione. Tutti mossi e gestiti da questa forza invisibile ma presente.

IL POTERE! Unica vera realtà anarchica in questa società moderna!

E sotto questa classe dirigenziale chi c’è?

CI SIAMO NOI, NORMALI CITTADINI!

Precari, con mutui altissimi, strozzati dalle spese, stressati da ore e ore di lavoro, di straordinari, di festività passate in azienda e per cosa?? PER UNO STIPENDIO DA FAME!

Intere giornate rubate all’affetto dei nostri cari, Natali, Pasque, Ferragosti….

e per cosa?? Per stipendi che RARAMENTE toccano i 1000 euro mensili!

E non solo!! A volte ci sentiamo anche in colpa perchè un lavoro, se pur precario, comunque ce l’abbiamo! A volte ci sentiamo anche fortunati pensando a milioni di persone che non sono occupate.

Passiamo tutta la nostra esistenza a lavorare per cosa??? PER COSAAAA??

PER VIVERE UNA VITA DI MERDA!

Entriamo nel dettaglio. Vi illustro, senza troppi dati “sensibili”, la mia situazione. Dono me stesso come esempio di Italiano Medio di 30 anni che vive e lavora in Italia nel 2010.

Esco la mattina alle 9:30 (se non faccio straordinari) e vado a lavorare. Lavoro fuori città. Sono un pendolare. 1 ora e mezza di viaggio tra Bus e treno. E che treni!! Sporchi, sempre in ritardo e scomodi. E torno la sera alle 21:15.

Se faccio straordinari posso uscire anche alle 8 (se non prima) e ritorno sempre alle 21:15.

Altro che 8 ore lavorative!

Lavoro molto spesso di sabato e di domenica. Lavoro in quasi tutte le festività. Sono precario. Ho un contratto a scadenza. Il mio contratto scadrà il 1 aprile del 2013. Sono obbligato a fare un ora di pausa pranzo al giorno NON pagata e non ho diritto neanche ai ticket pasti. In pratica con un futuro a termine!

Tutto questo per circa 1000 euro mensili (per il momento… perchè forse da gennaio mi fanno tornare a 30 ore settimanali a 795 euro al mese…)

L’abbonamento del treno costa ben 51 euro al mese! Ironia della sorte?? Per una sola fermata (circa 2 minuti di treno) entro in un’altro comune e vado a pagare ben 21 (VENTUNO!) euro in più rispetto all’abbonamento standard per la città di Roma (30€).

Convivo con una mia collega. Ma lei è più “sfigata di me”. Perchè? Perchè l’azienda è la stessa ma il settore è diverso. Loro in questo momento, da qualche mese a questa parte, si ritrovano in SOLIDARIETA’! Cosa vuol dire riassumendo? Stipendi dimezzati. Quasi una paghetta. Sai c’è crisi, l’azienda ci chiede di stringere i denti….. ci ringrazia pure del sacrificio…. ma VAFF!

E le spese? tante. troppe!

Partiamo dal mutuo: Circa 700 euro mensili.

Il condominio: 71 euro al mese.

Luce, Gas, Acqua, Telefono: Centinaia di euro.

Frigorifero e macchina del gas a rate: 34 euro al mese

La spesa?? OVVIAMENTE AL DISCOUNT! Beato colui che fondò l’ IN’s! Senza IN’S si rischia di morire di fame!

Vestiti e altre cose utili per la casa? Dai negozianti cinesi!! Onore alla nazione cinese che ci permette di acquistare cose utili a pochi euro.

GPL per la macchina: circa 20 euro ogni pieno

Assicurazione? circa 1000 euro all’anno!

Bollo? Circa 160 euro all’anno.

Imprevisti? molti! Occhiali da acquistare perchè rotti, medicine, visite mediche, autoricambi etc. etc.

E alla fine del mese? Si arriva praticamente con 20 euro nel conto!

E spesso ci dobbiamo umiliare a chiedere qualche soldo in prestito ai nostri genitori pensionati!

Zero ferie. Zero cene al ristorante. La pizza?? si certo! ma solo fatta in casa con tanta pazienza e tanta buona volontà. Zero Svaghi.

NIENTE DI NIENTE!

E noi non siamo un caso isolato.  Tantissime persone, amici, parenti, colleghi vessano nella stessa nostra condizione.

E cosa dobbiamo sentire dai mass media??? Che il nostro Presidente Del Consiglio si permette, alla sua età, di pagare delle TROIE! E parliamo di cifre che potrebbero risolvere i problemi a tantissime persone!

E’ uno schiaffo verso gli Italiani che ogni santo giorno si svegliano e vanno a lavorare 8/10/12 ore per uno stipendio da fame! Per vivere questa vita senza soddisfazioni.

BASTA!

Lui avendo tutto quel potere è un vero anarchico!! Può fare quello che vuole! Può permettersi ville, vacanze, donne, cambiare le leggi a suo favore, non scontare mai le pene che meriterebbe…. e si può anche permettere di prenderci tutti per il culo!

E noi?

NOI SIAMO SCHIAVI DI QUESTO SISTEMA! LEGATI CON UNA CORDA INVISIBILE. NOI NON CI POSSIAMO PERMETTERE UN EMERITO CAZZO!

E porto l’esempio del nostro Presidente del Consiglio solo perchè lui incarna al meglio questa classe politica corrotta, immorale, spavalda, e anarchica.

Una classe politica che con l’esempio che da invita milioni di giovani Italiani a delinquere, a ignorare le leggi e le regole. Una classe politica che dell’impunità ne fa una bandiera.

Per favore basta.

Cerchiamo di svegliarci da questo terribile incubo.

Vi prego.

CBMAN

Vendesi Capitale al miglior offerente

Speculazione Edilizia

 

Sembra una barzelletta di cattivo gusto, un pò retrò.

Alemanno insieme alla sua giunta ha deciso di radere al suolo Tor Bella Monaca e di ricostruirla completamente. Un azione di “Mussoliniana” memoria. Peccato che nel ventennio si sventrarono intere porzioni di città, si cancellarono quartieri, borghi, chiese, monumenti medievali e rinascimentali per uno scopo, discutibile, ma comunque più serio rispetto a quello odierno. All’epoca si voleva dare risalto alla Roma Imperiale e “Fascistizzarla” il più possibile. Ora si vuole solo speculare. Tutto in nome del dio denaro. Tor Bella Monaca, ahimè, insieme ad altri quartieri periferici romani non è proprio il massimo per vivibilità, sicurezza,bellezza paesaggistica, viabilità e quant’altro. Ma almeno, vi prego, non peggiorate le cose! Con l’ennesima variante al piano regolatore l’attuale amministrazione capitolina vuole distruggere ben: 34 ettari di suolo agricolo!

Al posto di parchi, piste ciclabili, zone verdi, zone d’interesse culturale e di ritrovo giovanile, si preferisce costruire case e zone commerciali!

La “Nuova Tor Bella Monaca” occuperà ben 97 ettari (attualmente ne occupa 63) e avrà una grandezza volumetrica pari a 3 milioni e 520 metri cubi (ora ne conta 2 milioni). Praticamente crescerà di una volta e mezzo rispetto ad ora!

La popolazione passerà da 28 mila a 44 mila abitanti!

Come può, un quartiere, definirsi più vivibile rispetto alla situazione attuale se la sua densità di popolazione passerà dagli attuali 300 abitanti per ettaro ai futuri 440?? E’ letteralmente un ossimoro!!

Ma voi vi chiederete: PERCHE’ TUTTO QUESTO???

Ecco la risposta!

Un articolo di Paolo Berdini (urbanista e consigliere nazionale WWF), apparso sul Manifesto del 4 novembre 2010, ci svela l’agghiacciante retroscena di questa vicenda:

Riqualificazione? No: debiti pagati col cemento
di Paolo Berdini

Era apparso subito misterioso il motivo per cui il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, avesse deciso di realizzare case a bassa densità al posto del quartiere di Tor Bella Monaca, proprio ora che i comuni non hanno un soldo per fare alcunché. Ci sarà tempo per valutare nel merito il “piano direttore” presentato ieri alla città. Ma fin d’ora è possibile rendere chiari quali siano le motivazioni della estemporanea proposta.

Le motivazioni stanno nella deliberazione n. 3 del 5 ottobre 2009 presa dallo stesso sindaco Alemanno nella veste di Commissario straordinario di governo per il piano di rientro del comune di Roma. Come si ricorderà, nel primo periodo di vita della giunta di centrodestra ci fu una forte polemica riguardo l’ammontare del buco economico lasciato dall’amministrazione precedente: per questo il governo Berlusconi affidò poteri speciali al sindaco proprio per definire tempi e modalità di rientro.

La deliberazione in questione è un riconoscimento di debito nei confronti degli eredi Vaselli, famiglia di grandi proprietari terrieri. A seguito di espropri mai perfezionati proprio per la realizzazione di Tor Bella Monaca il comune fu chiamato in causa dai Vaselli e perse la prima causa civile. L’amministrazione presentò appello, ma avviò contemporaneamente procedure riservate per la chiusura bonaria del debito. Così nel 2007 – amministrazione Veltroni – furono stanziati quasi 76 milioni di euro per chiudere le controversie con i Vaselli ed una parte di essi furono pagati. Mancavano altri creditori e così il sindaco-commissario deliberava di pagare i restanti 55 milioni di euro: per capire di quale folle buco stiamo parlando, in un solo anno sono stati riconosciuti ai Vaselli 1.343.000 euro di interessi per ritardato pagamento!

Ecco perché durante la scorsa estate il sindaco ha avuto l’idea di “recuperare” Tor Bella Monaca. Se si demoliscono anche parzialmente le attuali abitazioni, occorrerà trovare terreni liberi per costruire quelle nuove. E, guarda caso, le aree libere intorno a Tor Bella Monaca sono di proprietà degli eredi Vaselli. Costruisco nuove case sui terreni dei creditori del comune e tutto finisce in gloria.

Una considerazioni finale. Da conteggi attendibili e rigorosi sembra che il debito contratto dal comune di Roma con la rapace proprietà dei suoli è stimato nell’ordine di 1,5 – 2 miliardi di euro. Se applichiamo il metodo Tor Bella Monaca, e cioè riconoscere cubature in cambio della cancellazione del debito, dovremmo costruire in ogni centimetro della città. Una follia.

Ma come mai, chiediamo, negli ininterrotti 15 anni di amministrazione di centrosinistra nessuno ha mai lanciato l’allarme su questa situazione inedita nel panorama europeo? Non se ne è accorta nemmeno l’Anci che con il presidente Leonardo Domenici non ha mai posto la questione con la dovuta forza, forse perché nella veste di sindaco di Firenze era troppo impegnato nelle trattative della peggiore urbanistica contrattata. Nessuno ha dunque fiatato e i comuni italiani sono stati lasciati in preda ai proprietari dei terreni. Non ci sono più leggi e i comuni che vogliono fare qualsiasi opera pubblica sono costretti a regalare milioni di metri cubi di cemento. E’ così anche nell’ultimo caso della Formula 1 da svolgersi all’Eur. Il tanto mitizzato privato non ci mette un soldo: è il comune che paga l’operazione vendendo aree pubbliche che ospiteranno una nuova colata di cemento. Sono anni che il manifesto lo denuncia con forza ma il palazzo fa finta di nulla, impegnato a discutere d’altro. Come il finto recupero di Tor Bella Monaca.Finto perché i documenti consegnati ieri dicono che ai privati verranno “regalati” 1.500.000 metri cubi di cemento e che la densità abitativa passerà dagli attuali 300 abitanti ettaro a 440: una mostruosa speculazione edilizia. Come alla Magliana o viale Marconi. Altro che villette!

Povera città eterna!  Giocata e persa  in un poker tra le istituzioni e gli speculatori privati! Quanta pena e quanta tristezza!!

CBMAN

Ad un tratto il 2007

Volevo fare un post serio e “corposo”.

Volevo ricordare la figura di Piergiorgio Welby un eroe civile moderno.

Volevo ricordare Saddam Hussein un dittatore (uno dei tanti!) che ha pagato un pò per tutti.

Volevo ricordare l’uomo dell’anno secondo la rivista TIME: TUTTI VOI! Cito: ” Come ogni anno, la prestigiosa rivista Time ha eletto la persona dell’anno per il 2006 che, contrariamente ad ogni aspettativa, ha visto trionfare “le istituzioni e cittadini della nuova democrazia digitale”.

Il riconoscimento, secondo il Time, “va a tutti noi” perchè “se scegli un individuo, deve giustificare in che modo quella persona influisce su milioni di altre persone. Ma se scegli milioni di persone, non devi giustificare nulla”.

“Per aver preso le redini dei media globali, per aver fondato e aver dato forma alla nuova democrazia digitale, per aver lavorato gratis e aver battuto i professionisti al loro stesso gioco, la Persona dell’Anno 2006 di Time siete voi”

Volevo ricordare i mondiali di calcio vinti dalla Nostra Mitica Nazionale Di Calcio a luglio 2006.

Volevo ricordare il governo Prodi eletto dai cittadini Italiani dopo 5 anni di Berlusconismo.

Volevo ricordare il nuovo Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano.

Volevo ricordare TUTTI i cittadini Italiani che a giugno hanno rifiutato il Premierato e la Devolution.

Volevo ricordare moltissime altre cose……

Ma mi son detto: E’ il 31 dicembre 2006!!! Tra qualche ora è Capodanno!!! DEVO FESTEGGIARE!

Sperando in un buon 2007 vi regalo questa cronologia dettagliata di tutti gli eventi principali accaduti nel 2006: ANNO 2006

Notizie Ignorate Dai Media.

Posted on 5 Dicembre 2006 by CBMAN.
Categories: blog.bonzo.it, Cultura, estero, Guerra, MassMedia, Messico, news, Politica, Solidarietà, Video.

 

Per prima cosa vorrei chiedere ulteriormente scusa per i notevoli ritardi nei post. Ma ho qualche problema di organizzazione del tempo e di gestione dei video. A proposito, date un occhiata qui: http://one.revver.com/find/user/CBMAN.

Torniamo a noi:

C’è  una bellissima novità  per tutti voi!! Blog Bonzo It ha il suo primo “inviato ufficiale”.

Il suo nome è Riccardo, è un 24 enne di Frascati (Provincia di Roma) laureato in Scienze Politiche. Riccardo in questo periodo si trova in Messico come volontario “No Profit” in un associazione laica di beneficenza. Lui è partito per il Messico tranquillamente avendo impresso in mente i stereotipi della “siesta”, di “Puerto Escondito”, del “bel mare con dei bellissimi villaggi turistici”, insomma…. credendo di andare ad aiutare una Nazione povera ma “pacifica”.

E invece???

Non crede ai suoi occhi!! Una grande parte del paese vive una situazione che sfiora la guerra civile!!! Sopratutto nella Zona di Oaxaca (questa situazione è diffusa in tutto il sud del paese).

Questo blog vuole dare voce a queste notizie che vengono ignorate da TUTTI i media.

Vi copierò e incollerò le e-mail che Riccardo invierà  verso la nostra amata Italia, verso i suoi parenti ed amici.

Questa è la sua prima e-mail:

….”La violenza e la repressione non si fermano a Oaxaca! Io sono tornato oggi da puerto escondido dove ho lavorato in un laboratorio su diritti umani con leader comunitari di comunità indigene e campesine… una esperienza incredibile!!Mi ha arricchito moltissimo!!! Spiegare a persone che non sanno ne leggere ne scrivere il concetto di diritto o cos’è il modello neo-liberale di sviluppo non è semplice…però mi sono trovato davanti un desiderio incredibile di sapere cosa sta succedendo nel mondo… e perchè gli vengono espropriate le terre … e perchè ricevono minacce quotidiane…appena posso vi scrivo su questa esperienza indimenticabile!!!
Intanto a Oaxaca la repressione non conosce tregua oggi è arrivato l’esercito 1800 uomini, la polizia va pattugliando tutta la città , una centinaio i desaparecidos, sparatorie libere ormai in molte parti della città. Perfino giornalisti e fotografi vengono aggrediti, stanno giocando un gioco molto sporco. durante le aggressioni di sabato la polizia vestita da medico attendeva i feriti fuori dall’ospedale per poi detenerli senza neanche dargli le cure mediche appropriate. Un nostro amico è agli arresti domiciliari così come il direttore dell’organizzazione dove lavoro. Ieri hanno seguito fino a casa una compagna del collettivo, non è paranoia ma stanno facendo piazza pulita. Casa nostra è sotto controllo, abbiamo levato tutti i documenti che avevamo che potessero indicare qualsiasi tipo di simpatia per il movimento. Ieri è sparita anche una rappresentante della commissione statale di diritti umani di Oaxaca. Noi come collettivo stiamo vagliando la possibilità  di andare a città del Messico per qualche giorno fino a quando la situazione non si calma. Ieri sparavano sulla folla con i silenziatori. Per quanto riguarda gli atti di vandalismo nel centro storico stanno giocando lo stesso gioco che hanno giocato a Genova la polizia andava mettendo molotov , incendiando sparando gas all’interno degli edifici in tutto il centro.
Hanno chiamato sulla radio pro governatore a occupare e incendiare gli uffici della ong dove lavoro. Si’ stiamo un po’ con le pezze … tra stasera e domani provo raccogliere e ordinare i fatti successi in questi giorni e ve li invio . Non vi nascondo che sono un po’ allarmato però vediamo nei prossimi giorni come va la situazione. Vi tengo informati.
hasta pronto

ric”…..

Alla prossima!

CBMAN